Un nuovo Rigoletto per chiudere la stagione 2011 del Bellini

LIRICA: LA STAGIONE 2011 SI CHIUDE CON “RIGOLETTO”

L’OPERA DI VERDI MANCAVA DA QUASI 14 ANNI

Nuovo allestimento, dirige Paternostro, regia Laganà Manoli

Debutto il 7 dicembre, Preludi all’Opera sabato 3 alle 17

La Stagione Lirica 2011 del Teatro Massimo Bellini si chiude con una delle opere del repertorio romantico più conosciute e amate dal pubblico: Rigoletto di Giuseppe Verdi andrà in scena dal 7 al 17 dicembre prossimi, per sette recite. L’opera torna al “Bellini” dopo quasi 14 anni di assenza e dunque l’attesa è davvero tanta.

Sul podio salirà il maestro viennese Roberto Paternostro, la regia del nuovo allestimento del Teatro Massimo Bellini è di Roberto Laganà Manoli che firma anche scene, costumi e luci. Tra gli interpreti, il tenore Ivan Magrì, il baritono Carmelo Corrado Caruso, il soprano Gladys Rossi.

LA LOCANDINA. Rigoletto, melodramma in tre atti di Francesco Maria Piave, musica di Giuseppe Verdi. Direttore Roberto Paternostro; regia, scene, costumi e luci di Roberto Laganà Manoli; maestro del coro Tiziana Carlini. Nuovo allestimento scenico dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini. Personaggi e interpreti: Il duca di Mantova, Ivan Magrì, Paolo Fanale (nelle recite del 9, 13, 16 dicembre); Rigoletto, Carmelo Corrado Caruso, Leo An (9, 13, 16); Gilda, Gladys Rossi, Ekaterina Bakanova (9, 13, 16); Sparafucile, Ramaz Chikviladze; Maddalena, Monica Minarelli; Il conte di Monterone,  Aleksandar Stefanoski; Giovanna, Antonella Fioretti; Paggio, Francesca Aparo; Contessa, Concetta Cannavò; Borsa, Alfio Marletta; Marullo, Paolo La Delfa; Ceprano, Daniele Bartolini; Usciere, Concetto Rametta. Orchestra, coro e tecnici dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini.

L’OPERA E L’ALLESTIMENTO. Tratta dal romanzo Le Roi s’amuse (Il re si diverte) di Victor Hugo, l’opera Rigoletto fu rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia nel 1851. E’ la prima delle tre opere di Giuseppe Verdi che, con Il trovatore e La traviata, costituiscono la cosiddetta “trilogia popolare”. Al “Bellini” è stata rappresentata numerose volte, la prima nel lontano 1897, l’ultima nel febbraio del 1998. Il regista Laganà Manoli, che più volte nella sua carriera si è cimentato con regie di Rigoletto, per questo allestimento ha immaginato un’ambientazione tradizionale e di sicuro effetto.

LE DATE. Debutto mercoledì 7 dicembre 2011 ore 20,30 (turno “A”). Seguiranno: venerdì 9 dicembre ore 17,30 (turno “S2″), domenica 11 dicembre  ore 17,30 (turno “D”), martedì 13 dicembre ore 17,30 (turno “R”), mercoledì 14 dicembre ore 20,30 (turno “B”), venerdì 16 dicembre ore 17,30 (turno “S1″), sabato 17 dicembre 2011 ore 17,30 (turno “C”).

I BIGLIETTI. Al botteghino del Teatro, in piazza Vincenzo Bellini, sono disponibili gli ultimi biglietti serali per le sette recite dell’opera. Prezzi da 84 a 16 euro. Tutti i prezzi sono disponibili sul sito internet www.teatromassimobellini.it, alla voce “botteghino”. Infoline, 095 7150921.

PRELUDI ALL’OPERA. L’opera verrà presentata al pubblico e alla stampa sabato 3 dicembre 2011 alle ore 17, nel foyer del teatro, nell’ambito di Preludi all’Opera, il ciclo di conferenze sulle opere e i balletti della Stagione Lirica del “Bellini” realizzato in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania.

Relatore sarà il musicologo Emanuele Senici, docente di Storia della musica all’Università La Sapienza di Roma. Alla presentazione prenderanno parte anche alcuni degli artisti impegnati nella produzione, a partire dal direttore d’orchestra Roberto Paternostro e dal regista Roberto Laganà Manoli. L’ingresso è libero.

(FA)