BROCKAUS DIRIGE BEATRICE DI TENDA

DEBUTTA  “BEATRICE DI TENDA” DI BELLINI

Regia di Brockhaus, sul podio Pirolli. Con la Theodossiou e Roy

E’ UN NUOVO ALLESTIMENTO DEL “BELLINI” CHE DIVENTERA’ UN DVD

L’OPERA, IN SCENA FINO ALL’11, CHIUDE LA STAGIONE LIRICA 2010

Beatrice di Tenda di Vincenzo Bellini, l’opera con cui il Teatro Massimo Bellini chiude la Stagione Lirica 2010, debutta domani sera, venerdi 3 novembre 2010 alle ore 20,30. Andrà in scena per sette recite, fino all’11 dicembre prossimo.

Penultima delle dieci opere scritte dal Cigno catanese, torna sul palcoscenico del “Bellini” dopo oltre tredici anni, con un nuovo allestimento del Teatro Massimo Bellini preparato dal regista tedesco Henning Brockhaus, già stretto collaboratore di Strehler e due volte Premio Abbiati, che firma anche scene e luci. Sul podio ci sarà Antonio Pirolli, che ha già più volte diretto l’orchestra del “Bellini”. Nel ruolo del titolo, il soprano Dimitra Theodossiou, che il pubblico catanese ha già tante volte applaudito per diverse edizioni di Norma, mentre il ruolo di Orombello sarà del tenore Alejandro Roy.

Opera non molto frequentata dai teatri d’opera, è stata invece più volte presente nei cartelloni delle stagioni del “Bellini”. Di questa edizione il Teatro realizzerà un DVD in collaborazione con Dynamic, una delle più importanti case editrici del settore.

Questo il cast completo: Filippo Maria Visconti sarà impersonato da Michele Kalmandi (Luca Grassi nelle recite del 4, 7 e 10 dicembre); Beatrice di Tenda avrà volto e voce di Dimitra Theodossiou (Rachele Stanisci il 4, 7 e 10); Agnese del Maino è Josè Maria Lo Monaco (Nidia Palacios il 4, 7 e 10); Orombello è Alejandro Roy (Giorgio Casciarri il 4, 7 e 10); Anichino, Michele Mauro; Rizzardo del Maino, Alfio Marletta.

Direttore Antonio Pirolli. Regia, scene e luci Henning Brockaus. Maestro del coro Tiziana Carlini, costumista e assistente alle scene Giancarlo Colis, assistente alla regia e coreografa Emma Scialfa, realizzazione video Mariangela Malvaso. Orchestra, coro e tecnici dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini. Nuovo allestimento dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini.

Beatrice di Tenda, tratta dall’omonimo testo letterario scritto nel 1825 da Carlo Tedaldi Fores, è l’opera che segnò la fine della collaborazione tra Vincenzo Bellini (1801-1835) e il suo librettista Felice Romani (1788-1865). Andò in scena per la prima volta il 16 marzo 1833 nel Gran Teatro La Fenice di Venezia. Il musicista catanese dovette scriverla in appena due mesi proprio a causa dei ritardi nella consegna del libretto da parte di Romani. In essa vi si trovano motivi già presenti in altre sue opere, in particolare nella seconda, Bianca e Fernando, e in Zaira.

Ieri sera si è tenuta la prova ante generale, stasera sarà la volta della “generale”. Il regista Henning Brockhaus così descrive questo nuovo allestimento: “Attraverso un linguaggio onirico si è cercato di dare coesione al rapporto tra musica e rappresentazione scenica, instaurando tra esse un parallelismo e cercando di rendere attraverso la regia, la scenografia e i costumi l’intenzione poetica dell’autore”.

Sette le rappresentazioni previste. Dopo il debutto di domani, venerdi 3 dicembre 2010 alle ore 20,30 (turno “A”), seguiranno: sabato 4 dicembre 2010 ore 17,30, turno “S2″; domenica 5 dicembre 2010 ore 17,30, turno “D”; martedi 7 dicembre 2010 ore 17,30, turno “S1″; giovedi 9 dicembre 2010 ore 17,30, turno “C”; venerdi 10 dicembre 2010 ore 17,30, turno “R”; sabato 11 dicembre 2010 ore 20,30, turno “B”.

Al botteghino del Teatro, in piazza Vincenzo Bellini, sono in vendita i biglietti serali con prezzi compresi tra 84 e 13 euro, a seconda del turno e del posto scelto. Tutti i prezzi sono disponibili sul sito internet  teatromassimobellini.it, alla voce “botteghino”. Infoline, 095 7150921.

Il botteghino, dove è anche in corso la vendita in prelazione degli abbonamenti alla Stagione Lirica 2011, è aperto tutte le mattine dei giorni feriali, con orario 9,30-12,30. Al pomeriggio, dal martedi al venerdi, con orario 17-19. Nei giorni di recita l’apertura pomeridiana avverrà un’ora prima dello spettacolo.