Lamborghini celebra i suoi 30 anni

”Questo straordinario, impensabile, possente Toro mi ossessiona. Di lui al mondo v’era e v’è soltanto lui. I confronti sono inutili. Con Tutti”. Con questa frase del celebre giornalista sportivo Gino Rancati si può sintetizzare tutto l’immaginario mitico che si cela dietro il logo del “toro che carica”. Il Toro in posizione di “Veronica” è il simbolo della famiglia Lamborghini e di tutte le aziende industriali fondate dal genio imprenditoriale di Ferruccio Lamborghini (Renazzo 28 aprile 1916 – Panicarola 20 febbraio 1993), che si
definiva “tamugno come un toro”, ovvero forte, robusto e ben piantato come il bovino da combattimento, e che era nato proprio sotto il segno astrologico del toro.

Martedì 13 dicembre, alle ore 20.30, presso il Teatro delle Celebrazioni di Bologna (via Saragozza, 234) la vita straordinaria di Ferruccio Lamborghini sarà ricordata con un recital dal titolo “Nel Segno del Toro”. Lo spettacolo è tratto dal libro “Diventerò Lamborghini”, scritto da Tonino Lamborghini per ricordare un imprenditore determinato, onesto e coraggioso: suo padre.

Il recital è nato grazie all’estro creativo dell’attore emiliano Lorenzo Guandalini, che interpreta sul palco “il Toro” secondo la sua personale visione. Un lavoro frutto di passione e di un’attenta raccolta di preziose testimonianze di persone che hanno conosciuto il cav. Lamborghini e lo ricordano ancora oggi con grande stima. Lo spettacolo vedrà anche la straordinaria partecipazione del coreografo e ballerino André de La Roche, già conosciuto al grande pubblico per essere stato primo ballerino nello show di Rai Uno “Serata D’Onore” e “Fantastico 8″, oltre che giudice ad “Amici di Maria De Filippi”. La musica dal vivo passerà da brani inediti a canzoni conosciute e riarrangiate che lo stesso Ferruccio considerava la colonna sonora della sua vita. Il gruppo musicale è diretto dal maestro Claudio Castellari, che suonerà la fisarmonica e il clarinetto; Giacomo Scanavini alla
chitarra; Marco Buson al contrabbasso; Paolo Tozzoli alle percussioni e Greta Bolognesi vocalist. La scenografia di immagini tratte dall’archivio storico di famiglia è a cura di SALE-Progetti creativi di buon gusto.

Sarà una serata speciale che unirà sul palco storia, danza e musica per celebrare un esempio eccellente di imprenditoria e indiscutibile genio italiano: una sinergia di elementi che celebrano il grande Ferruccio Lamborghini, ancora oggi catalizzatore di creatività e ingegno.

Lo spettacolo sarà su invito e darà la possibilità di sostenere tre associazioni benefiche La Onlus A.G.E.O.P., che da trent’anni si impegna per accogliere e assistere i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie. L’associazione Moses Onlus, che realizza interventi umanitari in favore della popolazione Birmana con iniziative dedicate a istruzione, sanità, recupero dei diritti umani fondamentali, formazione personale sia in ambito lavorativo che di organizzazione sociale. Piccoli Grandi Cuori, fondata da genitori e volontari per aiutare le famiglie ed i bambini portatori di cardiopatie congenite ricoverati nel reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva del Policlinico Universitario S. Orsola-Malpighi a Bologna.

Il Gruppo Tonino Lamborghini è stato fondato a Bologna dal commendator Tonino Lamborghini e celebra proprio quest’anno i suoi trent’anni. L’officina di progettazione creativa da cui prende vita il lifestyle Tonino Lamborghini oggi ha sede nello splendido Palazzo del Vignola, villa rinascimentale alle porte di Bologna. Traendo ispirazione dalle sue precedenti esperienze professionali nel campo dell’ingegneria, il comm. Lamborghini ha esteso il concetto di lusso a prodotti capaci di evocare un mondo caratterizzato da
passione per la meccanica e per un design senza compromessi: orologi, cellulari, profumi, accessori in pelle, complementi d’arredamento, linee di abbigliamento, un universo coordinato di stile, che esprime il Puro Talento Italiano.