Catania

PRESENTATO IL FESTIVAL BELLINIANO 2013
DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA
Concerti e recital, grandi nomi della lirica, alcune rarità
Dal 2 settembre al 3 novembre, due mesi di spettacoli ed eventi

Nove tra concerti e recital, convegni, proiezioni di film, una mostra; grandi nomi del panorama internazionale della lirica come Dimitra Theodossiou, Patrizia Ciofi, Gregory Kunde, June Anderson; alcune vere e proprie rarità musicali. Il Festival Belliniano 2013 dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini offre un ricco programma che si articolerà in ben due mesi, dal 2 settembre prossimo al 3 novembre, ad abbracciare idealmente le due date che ricordano Vincenzo Bellini: il 23 settembre, 178° anniversario della morte; il 3 novembre, 212° anniversario della nascita.
Il Festival Belliniano 2013 del Teatro Massimo Bellini è stato presentato questa mattina nel foyer del Teatro, nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana, il direttore artistico Xu Zhong e il sindaco di Catania Enzo Bianco, intervenuto anche nella sua veste di presidente dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini.

LA CONFERENZA STAMPA. Il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana, nel presentare il Festival, ha detto che si tratta di “una grande occasione anche per la città di Catania, quale volano di sviluppo per il turismo e l’occupazione”.
Il sindaco di Catania Enzo Bianco, nel sottolineare che con emozione torna in Teatro nella sua doppia veste di primo cittadino e di presidente dell’Ente, ha detto che “il Festival Belliniano di quest’anno è un segno di continuità”, assicurando: “Dall’anno prossimo si cambia pagina, il mio sforzo sarà quello di unificare le troppe occasioni di celebrazione di Bellini, con un vero unico grande festival che deve svolgersi a Catania e che deve avere come perno centrale il nostro Teatro”.
Il direttore artistico Xu Zhong ha poi illustrato, giornata per giornata, il cartellone del Festival, “che offre una serie di eventi di prima grandezza per celebrare degnamente Vincenzo Bellini”.

Per onorare il Cigno catanese, di cui il Teatro a Lui dedicato è l’emblema e l’ambasciatore nel mondo, il Festival Belliniano quest’anno allarga l’arco delle giornate celebrative, aumentando le produzioni, alcune delle quali realizzate con la collaborazione di prestigiosi enti quali Casa Ricordi, la Fondazione Bellini, il Centro di documentazione degli Studi belliniani, la Società Catanese Amici della Musica, la Marcello Giordani Foundation, il F.A.I. sezione di Catania, e coinvolge tutti gli artisti e le maestranze del Teatro Massimo Bellini, a partire dal proprio direttore artistico Xu Zhong, impegnato nella direzione del concerto commemorativo per i 178 anni dalla morte di Bellini, il 23 settembre.
Tre le location scelte per il Festival Belliniano 2013: il Teatro Massimo Bellini, il Teatro Sangiorgi, la Corte del Palazzo della Cultura di Catania. Tutti gli spettacoli saranno ad ingresso libero, come vuole una consolidata tradizione del “Bellini” per tutti quegli appuntamenti che rappresentano l’essenza stessa della città di Catania e della sua tradizione culturale e musicale.

IL CARTELLONE. Il concerto inaugurale si terrà lunedi 2 settembre 2013 alle ore 21 nella corte del Palazzo della Cultura di via Vittorio Emanuele (ingresso da via Landolina 5). In programma “Bellini e dintorni”, una rassegna di brani tratti da opere, oltre che dello stesso Vincenzo Bellini, dei coevi Gaetano Donizetti e Gioachino Rossini. Direttore Andrea Sanguineti.
Lunedi 16 settembre si terrà il recital dei Fiati e degli Archi del Teatro Massimo Bellini, impegnati in un programma con musiche di Rossini, Bottesini, Respighi, Gounod, R. Strauss. Ore 21, corte del Palazzo della Cultura.
Giovedi 19 settembre si terrà il concerto e la premiazione dei vincitori della terza edizione del Concorso di canto lirico “Marcello Giordani”, edizione europea. Direttore Valerio Galli. Teatro Massimo Bellini, ore 20,30.
Lunedi 23 settembre, giorno del 178° anniversario della morte di Vincenzo Bellini, il Festival Belliniano offriràalla città un concerto di musiche del Cigno con la direzione d’orchestra di Xu Zhong, l’incantevole voce del soprano Dimitra Theodossiou, il coro diretto da Tiziana Carlini, con brani tratti da sette delle dieci opere scritte da Bellini: da Norma a I puritani, da Zaira a Capuleti e Montecchi, da Il pirata a La straniera a Beatrice di Tenda. Ore 21, Corte del Palazzo della Cultura.
Mercoledi 25 settembre si terrà il Recital dei Giovani Talenti, che proporrà nella stessa serata l’arte di due pianisti siciliani: Valerie Condorelli e Alessandro Mazzamuto; la prima impegnata in un programma di musiche di Chick Corea e Claude Debussy, il secondo di Sergej Rachamaninov e Theodor von Döhler. Ore 21, corte del Palazzo della Cultura.
Venerdi 27 settembre l’Italian Ensemble, formazione cameristica composta da professori d’orchestra del “Bellini”, proporrà “B&B, da Bellini a Battiato”, un excursus che attraverserà due secoli di musica, con composizioni di Vivaldi, Rossini, Puccini, Rota, Morricone, Monti, Modugno, Battisti, Cottrau, Piovani, Paganini, Conte e, ovviamente, Vincenzo Bellini e Franco Battiato. Ore 21, corte del Palazzo della Cultura.
Lunedi 30 settembre alle ore 18, il primo dei due appuntamenti “parlati” del Festival Belliniano 2013. Al Teatro Sangiorgi si terrà il convegno su “Bellini da camera: arie, cavatine, romanze nei salotti d’Europa”, realizzato in collaborazione con Fondazione Bellinie Centro di documentazione per gli Studi belliniani. Relatrice Carlida Steffan. Con la partecipazione del soprano Daniela Schillaci, al pianoforte Sebastiano Spina.
Martedi 1 ottobre è in programma il concerto “Composizioni e compositori siciliani” diretto da Antonino Manuli. Si tratta di un appuntamento che nella stessa serata proporrà la musica scritta da alcuni dei tanti musicisti siciliani, e catanesi in particolare, la cui produzione è stata quasi del tutto dimenticata: dal più noto Giovanni Pacini a Giuseppe Perrotta, da Pietro Floridia a Carmelo Chillemi, daAlfredo Sangiorgi a Giuseppe Mulè, da Giovanni Ferrauto ad Alfredo Casella. Ore 21, corte del Palazzo della Cultura.
Venerdi 4 ottobre al Teatro Massimo Bellini si terrà la 28a edizione del prestigioso Premio “Bellini d’Oro”, fondato e organizzato dalla Scam, Società Catanese Amici della Musica. Il riconoscimento andrà a due star della lirica mondiale come il soprano Patrizia Ciofi ed il tenore Gregory Kunde. Il Teatro Massimo Bellini, che ha già accolto alcune precedenti edizioni del “Bellini d’Oro” nella sala del Sada, con preziosa sinergia impegnerà per la prima volta il suo coro e la sua orchestra dirette da Giampaolo Bisanti. La serata arricchirà l’albo d’oro del premio, assegnato a personalità che hanno dato un contribuito determinante alla storia dell’interpretazione belliniana.
Il Festival Belliniano 2013 del Teatro Massimo Bellini si concluderà domenica 3 novembre, nel giorno del 212° anniversario della nascita di Vincenzo Bellini, con un doppio appuntamento: alle 17,30 nel foyer del Teatro Massimo Bellini la presentazione del volume XV, dedicato a “I puritani”, della collana “Edizione critica delle opere di Vincenzo Bellini”, un progetto quest’ultimo che da anni portano avanti Casa Ricordi e il Teatro Massimo Bellini. Parteciperanno il curatore del volume, il musicologo Fabrizio Della Seta, e il direttore generale di Casa Ricordi, Cristiano Ostinelli. Alle 21, sempre al “Bellini”, il concerto di musiche belliniane con la voce del grande soprano June Anderson, che ha reso immortale nelle sale i tutto il mondo il canto di Vincenzo Bellini.
Nel Festival 2013 anche una mostra di bozzetti di opere belliniane negli allestimenti catanesi, “Bellini al Bellini”, che si terrà dal 15 ottobre al 3 novembreal Teatro Bellini.
Il 18, il 21 e il 24 settembre, dalle ore 17,30, al Teatro Sangiorgi è prevista la rassegna “Vincenzo Bellini sullo schermo”, proiezioni di film e documentari dedicati al Cigno.
Infine, domenica 13 ottobre dalle 10 alle 13, il F.A.I. sezione di Catania organizza una passeggiata per i luoghi che hanno caratterizzato la vita e le opere di Vincenzo Bellini, nell’ambito della giornata nazionale “FAI Marathon”.

I BIGLIETTI. Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Per i concerti occorre munirsi di biglietto (max 2 per richiedente) da ritirare al botteghino di piazza Bellini dal giorno lavorativo precedente a quello dello spettacolo; per l’appuntamento del 2 settembre, i biglietti saranno disponibili dalla stessa mattina. Infoline 095 7150921, la programmazione completa del Festival Belliniano 2013 del Teatro Massimo Bellini è sul sito internet www.teatromassimobellini.it.

(FA)

ECCO ‘IL CIELO SOPRA IL BELLINI’: DA VENERDI 14 GIUGNO
I CONCERTI ESTIVI DEL TEATRO MASSIMO BELLINI
Edizione 2013 fino al 12 luglio con cinque appuntamenti
nella Corte del Palazzo della Cultura di Catania
Biglietti dall’11 giugno nel botteghino di piazza Bellini

Torna Il cielo sopra il Bellini, la rassegna estiva del Teatro Massimo Bellini che anche per quest’anno avrà per scenario un luogo magico della città di Catania: la Corte del Palazzo della Cultura di via Landolina, angolo via Vittorio Emanuele, intitolata alla scomparsa attrice Mariella Lo Giudice. Dal 14 giugno al 12 luglio saranno proposti cinque grandi concerti, cinque differenti proposte di musica che accompagneranno il pubblico fin dentro l’estate. Come sempre saranno impegnati sia l’orchestra sia il coro del Teatro Massimo Bellini che proporranno programmi differenti tra loro ma tutti di estremo interesse.

IL CARTELLONE. Si comincia venerdi prossimo, 14 giugno 2012 alle ore 21, quando l’ampia Corte del Palazzo della Cultura ospiterà il concerto sinfonico diretto da Leonardo Catalanotto, dal titolo Il quinto elemento, dedicato agli elementi della natura e con le musiche di Georg Friedrich Haendel (l’ouverture della Musica per i reali fuochi d’artificio e la suite Musica sull’acqua), Wolfgang Amadeus Mozart (Sinfonia n. 35 “Haffner”), Ludwig van Beethoven (Le creature di Prometeo), Johannes Brahms (Variazioni su un tema di Haydn).

Domenica 23 giugno, sempre alle ore 21, un altro appuntamento di grande musica, questa volta con il Coro del Teatro diretto da Tiziana Carlini, e con una composizione di forte suggestione: Carmina Burana, di Carl Orff, con la partecipazione dei vincitori del Concorso di canto “Marcello Giordani”: Chiara Pieretti (soprano), Pablo Karaman (tenore), Marco Bussi (baritono). Pianisti: Alistair Sorley, Paola Selvaggio. Percussionisti: Marina Borgo, Francesco Maggiore, Francesco Minuta, Ivan Minuta, Marco Odoni.

Venerdi 5 luglio alle ore 21 sarà la musica sul grande schermo la protagonista assoluta: Tutto Hollywood è il titolo del concerto sinfonico che sarà diretto da Antonino Manuli e che proporrà una serie di classici delle colonne sonore dei film dell’industria cinematografica per antonomasia, quella di Hollywood: da Harry Potter a Star Wars, da Mission: Impossible a La pantera rosa ai vari “007”, per citarne solo alcuni.

Mercoledi 10 luglio alle ore 21, con il concerto corale Viva Verdi, torna in scena il coro del “Bellini” per una serata interamente dedicata al genio di Giuseppe Verdi, di cui quest’anno come noto ricorre il bicentenario della nascita. Cori celebri, dunque, da alcune delle opere più note e amate del Bussetano: Otello, Un ballo un maschera, Il trovatore, La battaglia di Legnano, Macbeth, I lombardi alla prima crociata, Ernani, Nabucco. Direttore Tiziana Carlini. Pianista Paola Selvaggio.

Il cielo sopra il Bellini edizione 2013 si concluderà venerdi 12 luglio alle ore 21 quando sarà dato spazio non solo alla musica ma anche alle parole, con una serata dal titolo “Da tempo ti devo parole d’amore”, suggestivo e commovente incipit di una delle grandi liriche di Salvatore Quasimodo: “La terra impareggiabile”. Direttore Carmen Failla, regista Ezio Donato. Con la partecipazione degli attori Pippo Pattavina, Ezio Donato, Raffaella Bella.
Musica e parole insieme, dunque, in uno spettacolo che attraverserà diversi scenari ed epoche, che racconterà la Sicilia con i testi e i versi di Vitaliano Brancati, Vincenzo Consolo, Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Giovanni Verga, e che donerà la suggestione della musica di Jan Sibelius di cui l’orchestra del “Bellini” eseguirà la suite Pelléas et Mélisande e il poema sinfonico Una saga.

I BIGLIETTI, posto unico 10 euro, saranno in vendita da martedi 11 luglio nel botteghino del Teatro Massimo Bellini di piazza Vincenzo Bellini, aperto dal martedi al sabato con orario 9,30-12,30. Lunedi chiuso. La sera degli spettacoli sarà attivo un punto vendita direttamente sul sito, al Palazzo della Cultura di Catania (ingresso da via Landolina 5), a partire da un’ora prima dell’inizio dei concerti. Infoline 095 7150921, cartellone completo de Il cielo sopra il Bellini sul sito internet www.teatromassimobellini.it.

(FA)

IL TEATRO MASSIMO BELLINI APRIRÀ LA STAGIONE 2013-14
DEL TEATRO ORIENTAL ART CENTER DI SHANGHAI
Primi frutti dell’accordo tra il Teatro di Catania e quello cinese

Comincia a dare i suoi primi, importanti frutti il protocollo d’intesa firmato nei mesi scorsi dal Teatro Massimo Bellini di Catania e dal Teatro Oriental Art Center di Shanghai, una delle più importanti istituzioni teatrali in Cina: sarà infatti il Teatro Massimo Bellini, il 6 e 7 settembre 2013, ad inaugurare la stagione artistica 2013-2014 del Teatro Oriental Art Center, nella megalopoli cinese da 23 milioni di abitanti; la prima sera con la messinscena di Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, la sera successiva con un grande galà-concerto dedicato alla musica di Giuseppe Verdi, proprio nell’anno che ne celebra in tutto il mondo i duecento anni dalla nascita.

I dettagli della tournée e dell’accordo sono stati illustrati questa mattina a Catania, nel foyer del Teatro, nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte i vertici del “Bellini”, il commissario straordinario Enzo Zappulla e il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana, il general manager dell’Oriental Art Center di Shaghai Hong Ming Lin, e il maestro Xu Zhong, nella sua doppia veste di direttore artistico del “Bellini” e di presidente del comitato artistico dell’ente teatrale cinese. All’incontro ha preso parte anche il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli.

“Siamo fieri di avere l’opportunità di portare la nostra specificità su un palcoscenico così autorevole – ha detto il commissario Enzo Zappulla – e di confrontarla con la tradizione di un popolo dalla cultura millennaria”.
Il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana ha sottolineato l’importanza del lavoro del direttore artistico Xu Zhong: “Ha un ruolo di trait-d’union tra la nostra cultura e quella cinese, un compito speciale, di grande rilevanza, che sta svolgendo con enorme passione, incontenibile entusiasmo ed estrema competenza e che ha prodotti importanti risultati destinati a durare nel tempo”.
Il general manager dell’Oriental Art Center, Hong Ming Lin ha presentato i numeri impressionanti dell’istituzione che dirige, tre sale da concerto di cui una da 3600 posti, oltre tremila eventi in scena nei suoi sette anni di vita, e ha sottolineato come l’accordo tra il suo Teatro e il “Bellini” rappresenti un’importante tassello nei rapporti tra Italia e Cina, e non soltanto nel campo della cultura e del mondo dell’opera. “Il Bellini di Catania – ha detto – sarà ambasciatore della cultura musicale europea, e di quella della lirica in particolare, in un Paese, il nostro, che ha bisogno di conoscere bene e meglio questo mondo”.
Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, infine, si è soffermato sul processo di rinascita del Teatro Massimo Bellini: “Torna agli antichi splendori e a una dimensione internazionale che gli compete da sempre”, ha detto.

L’accordo tra Teatro Massimo Bellini e Oriental Art Center, fortemente voluto dal sovrintendente del Teatro catanese, Rita Gari Cinquegrana, e dal direttore artistico Xu Zhong, suggella una collaborazione artistica e culturale sempre più proficua tra le realtà culturali dei due Paesi. In particolare, contribuirà a potenziare la collaborazione tra Italia e Cina nel campo della musica lirica e dei concerti sinfonico-corali; la grande tournèe in Cina, che segna il ritorno alle attività internazionali del Teatro Massimo Bellini sette anni dopo l’ultima tournée in Giappone, dopo Shanghai toccherà diverse altre importanti città di quell’immenso Paese che, soltanto da pochi anni, ha cominciato ad aver voglia di scoprire il mondo dell’opera italiana, e non soltanto da spettatore appassionato ma anche da operatore culturale che necessita però di una adeguata formazione.

Attualmente in Cina sono in costruzione circa duecento nuove sale da concerto; chi ci dovrà suonare dentro ha però bisogno di affinare tecniche e cultura musicale. In questo senso, artisti del “Bellini” di Catania, proprio nell’ambito dell’accordo, andranno in Cina per contribuire a formare nuove generazioni di musicisti in grado di affrontare al meglio il repertorio musicale europeo, non solo lirico ma anche sinfonico. E, pur essendo già stati ospiti in Cina prestigiosi teatri come La Scala di Milano, la Fenice di Venezia e l’Orchestra di Santa Cecilia, il “Bellini” di Catania potrà offrire le specificità del proprio repertorio, a partire dalla musica del grande concittadino Vincenzo Bellini, di cui il Teatro è da sempre il riconosciuto e ammirato ambasciatore nel mondo.

(FA)

ECCO LA STAGIONE LIRICA 2013: APRE IN GENNAIO

“UN BALLO IN MASCHERA” CON JOSE’ CURA SUL PODIO

Seguono Shéhérazade, Madama Butterfly, Giselle, Pipistrello,

la prima catanese di Stiffelio e Lucia di Lammermoor

Campagna abbonamenti da martedi 23 ottobre 2012

Interpreti di primo piano, opere e balletti del grande repertorio ma anche una rarità in prima esecuzione a Catania, il ritorno dell’operetta. La Stagione Lirica 2013 del Teatro Massimo Bellini di Catania propone la tradizione con uno sguardo rivolto alla novità.

Apre il 19 gennaio l’intrigo di Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi, chiude in dicembre la poesia di Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti. In mezzo, un galà in due parti dedicato ai coreografi Diaghilev e Nijinskij e con la travolgente Shéhérazade, con le musiche di Nikolaj Rimskij-Korsakov e di Camille Saint-Saens (febbraio); il Puccini della commovente Madama Butterfly (marzo); il delicato balletto Giselle di Adolphe-Charles Adam (aprile); un classico dell’operetta come Il pipistrello di Johann Strauss jr. (maggio); ancora Verdi per la rara Stiffelio (ottobre), una doppia occasione nella Stagione 2013 per ascoltare la musica del genio di Busseto nell’anno in cui si celebrano i duecento anni dalla nascita.

Nei cast, tra gli altri, José Cura, Dimitra Theodossiou, il Russian State Ballet, il Corpo di ballo dell’Opera di Minsk, Fabrizio Maria Carminati, Rubens Pelizzari e Raffaella Angeletti, Xu Zhong, Stefania Bonfadelli, Giampaolo Bisanti, Jessica Pratt e Shalva Mukeria. E, naturalmente, l’orchestra, il coro e i tecnici del Teatro Massimo Bellini.

Il cartellone della Stagione Lirica 2013 è stato presentato questa mattina nel foyer del Teatro, con una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il commissario straordinario del “Bellini” Enzo Zappulla, il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana, il direttore artistico Xu Zhong e il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli.

LA CONFERENZA STAMPA. Il primo cittadino Raffaele Stancanelli ha voluto sottolineare il ruolo centrale del Teatro Massimo Bellini nella crescita culturale della città: “Per quello che ha sempre rappresentato e per quello che sta facendo adesso – ha detto, riferendosi ai tagli nei contributi – sarebbe stato un delitto far morire questo teatro”.

Il commissario straordinario Enzo Zappulla ha auspicato che la città riconquisti la propria memoria: “La mostra di bozzetti belliniani allestita in questi giorni in questo foyer – ha detto – è un altro contributo del Teatro per il raggiungimento di questo obiettivo”.

Il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana ha annunciato il sold out nella campagna abbonamenti per la Stagione Sinfonica 2012-2013, partita nello scorso fine settimana, con un 5 per cento in più di abbonati che, di fatto, saturano la pianta: “Il pubblico sta sostenendo il Teatro – ha spiegato – speriamo che adesso anche la politica faccia la propria parte perché non si può pensare che il Teatro possa subire ulteriori tagli”. Annunciate ulteriori iniziative, soprattutto a favore dei giovani e degli studenti.

Il direttore artistico Xu Zhong, nell’illustrare il cartellone della Stagione Lirica 2013, ha tenuto a sottolineare le tre linee-guida su cui ha lavorato: la tradizione, l’originalità, l’internazionalità. In particolare, il maestro Xu ha annunciato per il prossimo anno importanti collaborazioni con Lipsia, il Teatro nazionale sloveno, con i teatri di Pechino e Shangai. Presente alla conferenza stampa anche il regista Michele Mirabella – alle prese con l’imminente messa in scena de L’italiana in Algeri – che nel 2013 firmerà la regia de Il pipistrello.

IL CARTELLONE. Il Ballo in maschera verdiano che inaugurerà la Stagione 2013, e che manca dalle scene catanesi dal 2005, avrà la direzione d’orchestra di un grande dell’opera come il tenore argentino José Cura, da tempo anche apprezzata bacchetta, per la prima volta al “Bellini”. Nel cast, il soprano Dimitra Theodossiou, molto amata dal pubblico catanese, e l’altrettanto amato tenore siciliano Marcello Giordani.

In febbraio sarà il Russian State Ballet a portare sul palcoscenico catanese lo spettacolo di balletto Diaghilev e Nijinskij/Shéhérazade, con le coreografie di Vyacheslav Gordeev e Michel Fokine.

In marzo il ritorno di una delle opere più apprezzate in assoluto, Madama Butterfly di Giacomo Puccini, con la direzione di Fabrizio Maria Carminati e le voci di Raffaella Angeletti, Rubens Pelizzari, Carmelo Corrado Caruso.

In aprile il secondo balletto in cartellone, Giselle, di Adolphe-Charles Adam, in scena dopo dieci anni, con le coreografie di Jean Coralli, Jules Perrot e Marius Petipa, e i solisti e il corpo di ballo dell’Opera Nazionale di Minsk.

In maggio al Teatro Massimo Bellini torna, dopo molti anni di assenza, l’operetta. Per l’occasione verrà proposta una delle più popolari e amate, Il pipistrello, di Johann Strauss jr., che mancava dal lontano gennaio 1993 e che annovera un solo altro precedente al “Bellini”, nel 1976. Sul podio il direttore artistico del Teatro, Xu Zhong; nel cast, il soprano Stefania Bonfadelli, il mezzosoprano Nidia Palacios, il tenore Giuseppe Esposito, il baritono Salvatore Todaro.

Dopo la pausa estiva, la Stagione Lirica 2013 del Teatro Massimo Bellini riprenderà in ottobre con la prima assoluta per Catania dell’opera Stiffelio, di Giuseppe Verdi, con la direzione d’orchestra di Giampaolo Bisanti, giovane talentuosa e già affermata bacchetta italiana, e con le voci di Dimitra Theodossiou, del tenore Renzo Zulian e del baritono Luca Grassi.

La chiusura della stagione, in dicembre, è affidata alla musica di Gaetano Donizetti e alla “sua” Lucia di Lammermoor, opera che mancava dal 2002. Nel cast Jessica Pratt, Shalva Mukeria, Simone Piazzola, Francesco Palmieri.

LA CAMPAGNA ABBONAMENTI. La Stagione Lirica 2013 è articolata nei consueti sette turni, due dei quali dedicati a scuole e a convenzioni. Il botteghino del Teatro Massimo Bellini aprirà le porte a vecchi e nuovi abbonati dei turni A, B, C, D, R a partire da martedi prossimo, 23 ottobre. Gli abbonati della Stagione Lirica 2012 avranno tempo fino al 7 dicembre per esercitare il diritto di prelazione. Prezzi da 2403 euro (un palco di secondo ordine con 5 ingressi, in turno A) ai 33 euro di un posto in galleria nel turno S1, dedicato alle scuole.

Il botteghino è aperto dal martedi al venerdi con orario 9,30-12,30 e 17-19. Il sabato è aperto solo la mattina, lunedi chiuso. Nei giorni di spettacolo, l’apertura pomeridiana avverrà un’ora prima della rappresentazione e verrà data priorità alla vendita dei biglietti serali per l’opera o il concerto in programma.

Il cartellone completo degli spettacoli e tutti i prezzi sono su www.teatromassimobellini.it. Infoline 095 7150921.

PRELUDI ALL’OPERA e CINEOPERA. Anche per la Stagione Lirica 2013 il Teatro Massimo Bellini proporrà al proprio pubblico Preludi all’Opera, il ciclo di conferenze di presentazione degli spettacoli realizzato in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania, e Cineopera, la rassegna di film e video sulle opere e i balletti in cartellone, che si tiene i giovedi pomeriggio al Teatro Sangiorgi. Entrambe le iniziative sono ad ingresso libero.

(FA)

YURI TEMIRKANOV, ANTONIO PAPPANO E SANTA CECILIA,
FRANCO BATTIATO, URI CAINE, DANIIL TRIFONOV
GRANDI NOMI NELLA STAGIONE SINFONICA 2012-2013
DEL TEATRO MASSIMO BELLINI
Presentato il cartellone, campagna abbonamenti in corso

Yuri Temirkanov, Antonio Pappano con l’Accademia nazionale di
Santa Cecilia, Franco Battiato, Michel Plasson, Hubert Soudant, Daniil
Trifonov, Uri Caine, Jian Wang, sono alcuni dei nomi tra i più prestigiosi
che il Teatro Massimo Bellini mette in cartellone nella Stagione Sinfonica
2012-2013 che sarà inaugurata il 13 e 14 ottobre proprio da Temirkanov.
Per alcuni di questi grandi artisti è un ritorno al “Bellini”, come il direttore
Soudant, il pianista Caine, il siciliano Battiato, per altri una vera e propria
prima volta e tra loro spicca certamente sir Antonio Pappano, in assoluto
tra i più grandi direttori d’orchestra del panorama internazionale che, per
l’occasione, dirigerà i Solisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
una delle più antiche e importanti istituzioni musicali al mondo di cui Pappano
è dal 2005 direttore musicale, incarico che ricopre anche al Covent Garden
di Londra. Un vero e proprio evento della nuova Stagione Sinfonica, come
peraltro lo sarà anche il concerto di Franco Battiato con l’orchestra stabile
del “Bellini”, interessante esperimento di crossover tra generi musicali, che
riporta l’artista siciliano sul palcoscenico del “Bellini” dopo qualche anno di
assenza.

La Stagione Sinfonica 2012-2013 del Teatro Massimo Bellini è
stata presentata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, dal
sovrintendente Rita Gari Cinquegrana e dal direttore artistico Xu Zhong,
quest’ultimo impegnato in prima persona in alcuni degli appuntamenti del
cartellone, sia in veste di direttore d’orchestra sia in quella di pianista di
caratura internazionale qual è, con il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli.

LA CONFERENZA STAMPA. In un messaggio letto in conferenza stampa, il
commissario straordinario del Teatro, Enzo Zappulla, ha scritto: “Un saluto
al sindaco e al maestro Xu Zhong. Grazie al sovrintendente, ai professori
dell’orchestra, agli artisti del coro, al personale amministrativo e ai tecnici
per avere, con passione e abnegazione, affrontato e superato le difficoltà di

questa fase della vita del teatro. Auguro ogni successo alla nuova stagione
sinfonica”. Il sindaco Raffaele Stancanelli ha sottolineato l’importanza del
Teatro Massimo Bellini nel tessuto della città, “vero e proprio faro della cultura
cittadina”. Il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana ha elencato le attività
dell’ultimo anno e mezzo, con tante iniziative che hanno riscosso enorme
successo. “La nuova Stagione sinfonica, ricca di grandi nomi, va in questa
direzione”, ha detto il sovrintendente. Il direttore artistico Xu Zhong ha
illustrato nel dettaglio la nuova Stagione Sinfonica.

IL CARTELLONE. Inaugurazione della Stagione Sinfonica 2012-2013
del “Bellini” il 13 e 14 ottobre 2012 con Yuri Temirkanov sul podio, in un
programma tutto dedicato a Ciaikovskij.
Il 9-10 novembre sarà la volta di Hubert Soudant, con la musica di
Hector Berlioz.
Il 14 e 15 dicembre sul podio salirà Xu Zhong, che dirigerà Beethoven e
Richard Strauss.
Il concerto di Natale del 21 e 22 dicembre sarà affidato alla bacchetta di
Carlo Rizzari, con il coro diretto da Tiziana Carlini, e le musiche di Saint-
Saens e Brahms.
Dopo la pausa di fine anno, la Stagione riprenderà il 10 gennaio 2013 con
il pianista Roustem Saitkoulov, in un recital di musiche di Schubert, Brahms
e Chopin.
Antonio Pappano e i Solisti di Santa Cecilia si esibiranno il 3 febbraio,
con un programma di musiche di Wagner e Mahler.
Il 9 e 10 febbraio il pubblico del “Bellini” potrà vedere sul podio Michel
Plasson, prestigiosa bacchetta francese, con un programma di musiche di
Georges Bizet.
L’1 e 2 marzo un altro debutto al “Bellini”, quello di Benjamin Pionnier
(Mozart e Ravel).
Il 3 marzo il recital del pianista Daniil Trifonov, giovanissimo pluri-
vincitore nel 2011 del più importante dei premi pianistici, il “Ciaikovskij” di
Mosca, alle prese con tre mostri sacri della musica come Skrjabin, Listz e
Chopin.
Il 29 e 30 marzo il concerto di orchestra e coro del “Bellini” diretti
rispettivamente da Piergiorgio Morandi e Tiziana Carlini, con la
partecipazione del violoncellista Narek Hakhnazaryan, giovanissima
medaglia d’oro al premio “Ciiakovskij”, e le musiche di Ciaikovskij e Verdi.
Il 5 aprile sarà la volta del grande pianista, jazzista e compositore
statunitense Uri Caine.

Il 19 e 20 aprile torna Marko Letonja che guiderà l’orchestra stabile
del “Bellini” in un concerto che vedrà la partecipazione della violinista Sayaka
Shoji, primo premio al Concorso Paganini (Messiaen, Dvorak, Beethoven).
Il 27 e 28 aprile ecco Franco Battiato con l’orchestra del “Bellini” diretta
da Xu Zhong e il programma di contaminazione, la “sua” musica, quella di
Bellini e alcuni lieder, concerto a cui l’artista siciliano conosciuto in tutto il
mondo ha dato il titolo Apriti Sesamo.
Il 4 e 5 maggio sarà la volta del grande direttore d’orchestra austriaco
Günter Neuhold con il violino di Ray Chen e le musiche di Bruch e
Ciaikovskij.
Il 10 maggio ci sarà il recital di uno tra i più quotati violoncellisti al mondo
come Jian Wang, per l’occasione accompagnato al pianoforte dallo stesso Xu
Zhong; musiche di Debussy, Chopin, Rachmaninov.
La Stagione Sinfonica 2012-2013 si chiuderà il 31 maggio con il recital
del pianista Ingolf Wunder, impegnato in un programma composito con
le musiche di Chopin, Koczalski, Liadov, Debussy, Rachmaninov, Skrjabin,
Moszkowski, Horowitz, Listz.

LA CAMPAGNA ABBONAMENTI. La Stagione Sinfonica 2012-2013
del “Bellini” avrà la tradizionale formula dei due turni di abbonamento, uno
serale (turno “A”, ore 21, tranne il concerto del 3 febbraio che si terrà alle
ore 17,30) con sedici tra concerti e recital, e uno pomeridiano (turno “B”, ore
17,30) con dieci appuntamenti.
Prezzi da 60 a 290 euro, con sconti fino al 40 per cento e agevolazioni, per
particolari categorie di spettatori, per giovani e per anziani.
Gli abbonamenti sono già in vendita dallo scorso 12 settembre, sia per
coloro che intendono esercitare il diritto di prelazione (gli abbonati della scorsa
Stagione Sinfonica che avranno tempo per farlo sino a sabato 29 settembre)
sia per i nuovi abbonati che potranno scegliere già da subito i loro posti sulle
due piante del turno A e del turno B, naturalmente quelli non interessati dalla
prelazione, senza dunque doverne attendere la conclusione.
Il botteghino di piazza Vincenzo Bellini è aperto dal martedi al venerdi con
orario 9,30-12,30 e 17-19. Sabato apertura solo al mattino, lunedi chiuso.
Sul sito del teatro, teatromassimobellini.it, tutti i prezzi e il cartellone
completo della Stagione Sinfonica 2012-2013.

(FA)

LA STAGIONE SINFONICA 2012-2013 DEL “BELLINI”

SARA’ INAUGURATA DAL DIRETTORE YURI TEMIRKANOV

Ecco le prime anticipazioni sul nuovo cartellone

Abbonamenti già a partire dal prossimo 7 settembre

Sarà Yuri Temirkanov ad inaugurare la Stagione Sinfonica 2012-2013 del Teatro Massimo Bellini. Il grande direttore d’orchestra russo ha accettato di buon grado l’invito del Teatro – dove lo scorso gennaio era stato per la prima volta con la “sua” Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo – e il prossimo 13 e 14 ottobre alzerà la bacchetta nella bella sala del Sada per dirigere l’orchestra stabile del “Bellini”, in un programma importante che ha scelto personalmente assieme al direttore artistico del “Bellini” Xu Zhong.

Yuri Temirkanov non sarà l’unica presenza di grande prestigio nella prossima Stagione Sinfonica del “Bellini”, il cui cartellone viene definito proprio in questi giorni. In attesa di alcune importanti e prestigiosissime conferme, hanno già accettato l’invito del “Bellini” artisti di fama come il grande pianista e compositore statunitense Uri Caine, nell’aprile 2013; il giovanissimo pluri-vincitore nel 2011 del più importante e prestigioso dei premi pianistici, il “Ciaikovskij” di Mosca, il russo Daniil Trifonov, in marzo; il grande direttore d’orchestra austriaco Günter Neuhold, in maggio.

Accanto a loro, presenze ormai consolidate dei cartelloni del “Bellini”, a partire dallo stesso direttore artistico Xu Zhong che salirà personalmente sul podio per alcuni concerti sia in veste di direttore d’orchestra sia in quelli di acclamato pianista di fama internazionale qual è.

La Stagione Sinfonica 2012-2013 del “Bellini”, con la tradizionale formula dei due turni di abbonamento, uno serale con sedici tra concerti e recital e uno pomeridiano con dieci appuntamenti, si concluderà nel maggio 2013.

Già nei prossimi giorni, a partire da venerdi 7 settembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti: sia esercitando il diritto di prelazione (per coloro che hanno avuto un abbonamento nella scorsa Stagione Sinfonica) sia per i nuovi abbonati che potranno scegliere subito i loro posti sulle due piante del turno A  e del turno B senza attendere la fine della prelazione.

Altre novità sul cartellone della Stagione Sinfonica 2012-2013 del Teatro Massimo Bellini sono attese nei prossimi giorni, e saranno ancora nomi di primo piano del concertismo internazionale che per la prima volta si esibiranno a Catania e in Sicilia.

(FA)

IL DIRETTORE E PIANISTA XU ZHONG
E’ IL NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DEL “BELLINI”
“Sono onorato, è la prima volta che un cinese
dirige un grande teatro d’opera italiano”

Il direttore d’orchestra e pianista cinese Xu Zhong è il nuovo direttore artistico dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini di Catania.
Lo ha nominato questa mattina il commissario straordinario dell’Ente, Enzo Zappulla.
Xu Zhong, prestigiosa “bacchetta” di livello internazionale che appena dieci giorni ha diretto due applauditissimi concerti della Stagione Sinfonica del “Bellini”, si insedierà ufficialmente nei prossimi giorni. Succede al maestro Will Humburg che aveva retto la direzione artistica fino allo scorso dicembre.
“Sono molto onorato di questo incarico perché è la prima volta che un direttore cinese viene in Italia a dirigere un grande teatro di tradizione come il Teatro Massimo Bellini. Ringrazio il commissario Enzo Zappulla e il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana per avermi concesso questa splendida opportunità”, ha commentato il neo direttore artistico Xu Zhong.
L’E.A.R. Teatro Massimo Bellini esprime grande soddisfazione per la nomina, ringrazia il maestro Xu Zhong per aver accettato l’incarico e gli formula i migliori auguri di buon lavoro.
Si allega la biografia del maestro Xu Zhong.

(FA)

XU ZHONG – direttore e pianista

Uno dei più conosciuti pianisti cinesi a livello internazionale, Xu Zhong è anche membro fondatore e Direttore artistico della Shanghai International Piano Competition, Direttore musicale della Shanghai Philharmonic Orchestra e della Shanghai Sinfonietta e Chef Guest Conductor della KBS Symphony Orchestra.
Ha collaborato con i più famosi musicisti del panorama internazionale, tra cui Paul Badura-Skoda, Lazar Berman, Sergiu Commissiona, Philippe Entremont, Neeme Järvi, Hiroko Nakamura, Arto Noras, Jean-Bernard Pommier, Jian Wang.
Come pianista ha lavorato con diverse orchestre tra le quali MDR Symphony, Moscow State Symphony, Houston Symphony, Vancouver Symphony, Japan Philharmonic, Tokyo Symphony, Vienna Chamber Orchestra, Israel Chamber Orchestra, Netherlands Chamber, Ensemble Orchestral de Paris.
Nasce in una famiglia di ricercatori medici a Shanghai. All’età di 17 anni frequenta la classe di Dominique Merlet presso il Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi. Come direttore ha studiato con il Prof. Xiaotong Huang.
Xu Zhong ha vinto prestigiosi concorsi internazionali fin dal 1988, incluso l’Hamamatsu International Piano Competition, la Paloma O’Shea International Piano Competition, la Tokyo International Piano Competition e la Ciaikovskij International Piano Competition a Mosca.
Come concertista ha suonato in Europa, Nord America, Sud America e nel Sud Est Asiatico. “La Folle Journée de Nantes au Japon”, nel maggio 2006, lo ha definito uno dei maggiori pianisti del panorama internazionale.
Come direttore ha condotto l’Orchestre de Paris, l’Orchestre National de France, la Lille National Orchestra, l’Ensemble Orchestral de Paris, la Moscow State Symphony Orchestra, la MDR Symphony Orchestra, la Vancouver Symphony Orchestra, la Houston Symphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Roma, la KBS Symphony Orchestra e la China Philharmonic Orchestra.
Come membro di giuria è invitato regolarmente ai principali concorsi di pianoforte a livello internazionale, come la Leeds International Piano Competition, la Clara Haskil International Piano Competition, il Busoni Piano Competition a Bolzano (2007), la Marguerite Lungo-Jacques Thibaud (2007), la International Franz Liszt Piano Competition (2008), la AXA Dublin International Piano Competition (2009), e la Seoul International Music Competition (2009), la Sviatoslav Richter International Piano Competition (2008) e infine l’International Fryderyk Chopin Piano Competition (2010).
È membro del comitato artistico dello Shanghai Grand Theatre e Vicepresidente del comitato artistico dello Shanghai Oriental Arts Centre.
Come Direttore artistico e Direttore stabile della Cerimonia d’Apertura dell’Expò di Shanghai, Xu Zhong ha curato la realizzazione de La Cenerentola di Gioachino Rossini il 1 maggio 2010. In collaborazione con lo Shanghai Oriental Art Center, Xu Zhong ha guidato questo grande evento insieme a un eccezionale team che include Robert Wan come produttore, Christian Lacroix come Costume Designer e Wei Li come Direttore. Per questa importante cerimonia è stata istituita la World Youth Orchestra per la quale Xu Zhong ha curato le selezioni.

TEATRO SANGIORGI: DAL 12 GENNAIO C’E’ “CINEOPERA”

IL MONDO DI LIRICA E DANZA SUL GRANDE SCHERMO

Fino a giugno venti appuntamenti a ingresso gratuito

E in aprile una grande mostra dedicata a Emanuele Luzzati

L’opera e il grande schermo. Un rapporto che dura da decenni e che le nuove tecnologie hanno rafforzato e migliorato, portando la magia della lirica anche tra coloro che non sono addetti ai lavori o melomani: Due forme d’arte che si incontrano per completarsi a vicenda.

L’E.A.R. Teatro Massimo Bellini per tutta la stagione artistica propone al Teatro Sangiorgi, la seconda prestigiosa sala dell’Ente, Cineopera, una rassegna di film e video dedicati al mondo dell’opera lirica e del balletto che seguirà i titoli della Stagione Lirica 2012 del Teatro Massimo Bellini, con le voci dei grandi interpreti, i film d’autore, i ballerini che hanno fatto la storia della danza. Peraltro, la mediazione delle nuove tecnologie costituisce un supporto didattico importante nella divulgazione del repertorio lirico tradizionale.

L’iniziativa è inserita nei “Pomeriggi al Sangiorgi”, il contenitore di attività artistiche che già dallo scorso 2011 ha riportato il pubblico nella bella sala di via Sangiuliano.

Cineopera si terrà i giovedi pomeriggio a partire dalle ore 17; venti appuntamenti a ingresso libero dal 12 gennaio al 7 giugno 2012, e un intero mese, aprile, dedicato al grande  scenografo e illustratore Emanuele Luzzati, che al “Bellini” ha realizzato importanti allestimenti.

Si comincia dunque giovedi prossimo, 12 gennaio, con la proiezione del bel film di Carlos Saura, Carmen Story; il 19 gennaio sarà la volta di U-Carmen Ekhayelitsha di Mark Dornford-May.

In febbraio il cartellone della “Lirica” al “Bellini” propone Tosca. E al “Sangiorgi” il 9 febbraio ecco dunque la registrazione di Tosca con la grande Magda Olivero, con l’orchestra e il coro della Rai di Torino. Il 16, la Tosca andata in scena alla Scala nel 2000 con la direzione d’orchestra di Riccardo Muti e la ripresa della regia di Luca Ronconi. Il 23 febbraio, infine, la Tosca dell’Arena di Verona diretta da Daniel Oren.

In marzo comincia l’omaggio ai grandi interpreti. L’1 e l’8 marzo protagonista sarà Maria Callas, con registrazioni di brani d’opera e documentari sulla sua travagliata vita e la sua luminosa carriera.

Il 15  e il 22 marzo l’omaggio è a Rudolf Nureyev, con la proiezione di Romeo e Giulietta da lui danzato all’Opéra di Parigi e di alcuni dei suoi più celebri balletti danzati alla Scala.

Il 19 aprile, omaggio congiunto a Maja Plissetskaja e Maurice Bejart, insieme una delle più grandi ballerine e uno dei più grandi coreografi del XX secolo.

Il 26 aprile sarà proiettato un documentario sulla vita e la carriera del soprano Mirella Freni.

In maggio al “Bellini” andrà in scena Le nozze di Figaro, e il 3 e il 10 maggio al “Sangiorgi” Cineopera proporrà, nell’ordine, l’edizione della Scala del 2006 con la ripresa di una storica regia di Giorgio Strehler, e il film omonimo di Peter Sellars.

Il 17 e il 24 maggio spazio all’arte di Pina Bausch, con Orfeo ed Euridice e un’antologia di alcune delle sue più celebri coreografie.

Il 31 maggio e il 7 giugno, infine, documentari d’autore sul grande Luciano Pavarotti.

A Emanuele Luzzati, Cineopera dedica un mese di iniziative. Giovedi 29 marzo l’inaugurazione della mostra “Il gioco del teatro” che resterà aperta sino al 29 aprile (orari 10-13 e 16-19, lunedi chiuso. Biglietto d’ingresso, 3 euro). Lo stesso giorno verranno proposte le proiezioni di brani di allestimenti d’opera firmati dallo scenografo e illustratore scomparso nel 2007. Il 5 e il 12 aprile l’arte di Luzzati verrà documentata con la proiezione di una serie di film d’animazione, da Pulcinella a L’italiana in Algeri, da Turandot a Alì Babà solo per citarne alcuni. L’omaggio a Luzzati è realizzato in collaborazione con il Museo internazionale Luzzati onlus.

(FA)

STAGIONE LIRICA 2012 CON CARMEN, TOSCA, LA TRAVIATA,
LE NOZZE DI FIGARO, L’ITALIANA IN ALGERI
E I BALLETTI IL LAGO DEI CIGNI E COSI-STEFANESCU

Le direzioni di Humburg, Carella, Miceli, Alapon, Angelico, Fogliani
Le regie di Pirrotta, Anfuso, Verdone, Mirabella
Le voci di Shaham, Fantini, Bonfadelli, Alaimo, Devia
Abbonamenti dal 7 novembre, la prelazione scade il 7 dicembre

Cinque  tra le più belle e amate opere del repertorio romantico, due balletti affidati a due prestigiose compagnie, grandi direttori e registi, le voci di cantanti tra le più belle e affermate del momento. Sarà così la Stagione Lirica 2012 del Teatro Massimo Bellini che si inaugurerà il 15 gennaio 2012 con un nuovo allestimento di Carmen, di Georges Bizet, e si concluderà in dicembre con La traviata di Giuseppe Verdi. In mezzo: Tosca di Giacomo Puccini, il balletto Sinfonie in danza della acclamata coppia Liliana Cosi e Marinel Stefanescu, Le nozze di Figaro di Wolfgang A. Mozart, il balletto Il lago dei cigni di Piotr Ilic Ciaikovskij, L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini.
La Stagione Lirica 2012 è stata presentata questa mattina nel foyer del teatro nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il commissario straordinario del Teatro Enzo Zappulla, il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana, il direttore artistico Will Humburg, alla presenza del sindaco di Catania Raffaele Stancanelli che ha portato il saluto della città.

Il commissario Enzo Zappulla ha sottolineato come sia stato “un atto di fiducia e di speranza essere riusciti a portare a termine la Stagione Lirica 2011 e ad aver varato il cartellone del 2012, pur in presenza di una situazione di crisi”. Concetto ripreso anche dal sovrintendente Rita Gari Cinquegrana che ha voluto ribadire come tutto ciò avvenga “con l’impegno unanime di tutti i lavoratori del Teatro che è, e resta, l’istituzione culturale più alta di Catania”. Il sindaco Raffaele Stancanelli – alla sua prima uscita pubblica dopo aver dichiarato ieri sera in Consiglio comunale di voler mantenere l’incarico di primo cittadino e di lasciare quello di senatore della Repubblica – ha detto che la sua presenza stamattina alla conferenza stampa “è un segno di attenzione per i vertici e tutti i dipendenti del teatro”. E’ toccato poi al
direttore artistico Will Humburg illustrare il cartellone della Stagione Lirica 2012.
IL CARTELLONE. Apertura della Stagione 2012 con Carmen, di Georges Bizet, che torna sul palcoscenico catanese dopo un’assenza durata 13 anni (marzo 1999). A dirigere l’orchestra sarà Will Humburg, la regia è affidata a Vincenzo Pirrotta. Si tratta di un nuovo allestimento del Teatro Massimo Bellini che vedrà il soprano Rinat Shaham nei panni di Carmen, Tatiana Lisnic  in quelli di Micaela; Giuseppe Gipali sarà Don Josè, Christian Senn sarà Escamillo. Sette recite, dal 15 al 25 gennaio 2012.
In febbraio il ritorno sulle scene del “Bellini” di un grande e amatissimo capolavoro firmato Giacomo Puccini: Tosca. Direttore d’orchestra un beniamino del pubblico catanese, Giuliano Carella, la regia sarà di Giovanni Anfuso. Tra i protagonisti: un grande soprano, Norma Fantini nei panni di Tosca, Rubens Pelizzari in quelli di Cavaradossi, Carmelo Corrado Caruso in quelli di Scarpia. L’ultima rappresentazione al “Bellini” risale al novembre 2007. Sette recite, dal 16 al 25 febbraio 2012.
A marzo il primo dei due balletti della Stagione: Sinfonie in danza, un’azione coreografica in due parti di una delle coppie più famose e longeve della danza internazionale: Liliana Cosi e Marinel Stefanescu. I ballerini della loro Compagnia di Balletto classico danzeranno sulle musiche di Ciaikosvkij, Scriabin e Liszt. A dirigere l’orchestra stabile del “Bellini” sarà Stefano Miceli. Recite dal 20 al 25 marzo.
In maggio spazio alla musica di Wolfgang Amadeus Mozart con Le nozze di Figaro, con la direzione di Sergio Alapon e la regia di Luca Verdone, fratello di Carlo, apprezzato regista che per la prima volta sarà impegnato in una produzione del “Bellini”. Tra gli interpreti Paul Armin Edelmamm (Il conte d’Almaviva), Stefania Bonfadelli (Rosina), Ekaterina Sadovnikova (Susanna), Ugo Guagliardo (Figaro), Nidia Palacios (Cherubino). Recite dal 5 al 13 maggio.
Sempre in maggio, sarà l’altro balletto in cartellone, Il lago dei Cigni di Piotr Ilic Ciaikovskij, a chiudere la prima parte della Stagione Lirica 2012 prima della pausa estiva. Protagonisti saranno i solisti e il corpo di ballo del prestigioso Teatro dell’Opera di Stato di Praga con la special guest Daria Klimentova, prima ballerina dell’English National Ballet di Londra, e le coreografie di Ivanov e Petipa adattate da Pavel Dumbala e Hana Vlacilova. Dumbala è il direttore artistico del Balletto dell’Opera di Stato di Praga. Dirigerà l’orchestra stabile del “Bellini” Václav Zahradník. Il lago dei Cigni mancava dal maggio 1999. Recite dal 26 maggio all’1 giugno.
In autunno un altro grande ritorno al “Bellini” dopo molti anni, quello dell’opera L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini, con la regia di Michele Mirabella, popolare conduttore tv ma anche regista d’opera di grande competenza e professionalità. Simone Alaimo, reduce in questi giorni dal grande successo in “Viva la mamma” di Donizetti, vestirà i panni di Mustafà, Ilaria del Prete sarà Elvira, Michele Angelini sarà Lindoro, Marianna Pizzolato sarà Isabella, Josè Fardilha sarà Taddeo. Sul podio salirà Francesco Angelico. Nuovo allestimento scenico del “Bellini”. Recite dal 26 ottobre al 3 novembre.
Infine, chiusura della Stagione 2012 con una delle opere più amate e famose della storia della musica lirica: La traviata di Giuseppe Verdi vedrà la grande Mariella Devia nei panni di Violetta, Giuseppe Varano in quelli di Alfredo, Alberto Gazale come Giorgio Germont. Sul podio Antonino Fogliani. L’opera manca dal “Bellini” dal gennaio 2004. In scena dal 29 novembre al 9 dicembre.

LA CAMPAGNA ABBONAMENTI. La vendita degli abbonamenti comincerà lunedi 7 novembre 2011 e andrà avanti fino al primo spettacolo in cartellone, l’opera Carmen, dal 15 al 25 gennaio 2012 a seconda del turno scelto.
Il diritto di prelazione per gli abbonati ai turni A, B, C, D, R della Stagione Lirica 2011 si potrà esercitare fino a mercoledi 7 dicembre 2011.
I prezzi vanno dai 2.289 euro di un palco di secondo ordine con 5 ingressi nel turno A, ai 32 euro di un posto in galleria nel turno S1 (quello per le scuole). Previsti sconti e agevolazioni per giovani e anziani come pure per aziende, associazioni e categorie professionali convenzionate.
Il botteghino sarà aperto tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 9,30 alle 12,30, e al pomeriggio dal martedi al venerdi, dalle 17 alle 19. Nei giorni di spettacolo, l’apertura pomeridiana avverrà un’ora prima dell’inizio della recita.
Infoline 095 7150921. Sito internet con la programmazione completa e tutti i prezzi su www.teatromassimobellini.it, alle voci “Stagione Lirica 2012” e “Botteghino”.

(FA)

GRANDI NOMI DEL CONCERTISMO INTERNAZIONALE

NELLA STAGIONE SINFONICA 2011-2012

Con Nyman, Piovani, Sollima, Uto Ughi, Garrett, Lina Sastri

Grandi eventi extra stagione con Yuri Temirkanov,

lo stesso Michael Nyman e il Concerto di Capodanno

Campagna abbonamenti al via dal  12 ottobre

La musica di Michael Nyman e quella di Nicola Piovani, il Sibelius del connazionale Jari Hämäläinen, il violoncello di Giovanni Sollima e quello di Josephine Knight, la recitazione di Lina Sastri, il violino di Gavid Garrett e quello di Uto Ughi, il pianoforte del duo Alexander Lonquich-Cristina Barbuti, quelli di Francesco Nicolosi, Roberto Prosseda, Emanuel Ax, le bacchette di Paul McGrath, Will Humburg, Pier Giorgio Morandi, Xu Zhong, Marko Letonja, Lothar Koenigs. La Stagione Sinfonica 2011-2012 del Teatro Massimo Bellini sarà all’insegna dei grandi interpreti e della grande musica, con 26 concerti, sedici per il turno “A”, dieci per il turno “B”, lungo ben tre stagioni a cavallo tra il 2011 e il 2012, dall’11 novembre prossimo al 5 giugno dell’anno nuovo.

La Stagione Sinfonica 2011-2012 è stata presentata ufficialmente nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nel foyer del teatro e alla quale hanno preso parte il commissario straordinario dell’Ente Enzo Zappulla, il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana, il direttore artistico Will Humburg. I responsabili del teatro hanno sottolineato come si tratti di una Stagione di alto livello nonostante le ormai croniche difficoltà economiche in cui versa il mondo del teatro e dunque anche il “Bellini”. Humburg ha detto che si tratta di una stagione “crossover”, nel senso che alla proposta tradizionale di musica classica si affiancano, e si fondono, generi musicali differenti ma di grande interesse.

IL CARTELLONE.

Si comincia  l’11 novembre alle ore 21 (replica l’indomani alle 17,30) con il concerto di musiche di Michael Nyman diretto da Paul McGrath, solisti il pianista Roberto Prosseda e la violoncellista Josephine Knight. In programma una prima esecuzione assoluta, una prima italiana e il celeberrimo concerto inserito nella colonna sonora del film “Lezioni di piano”. Lo stesso Michael Nyman assisterà ai due concerti e la sera successiva, il 13 novembre, dirigerà la sua band in un concerto straordinario che si terrà al Teatro Sangiorgi.

Una settimana dopo, il 18 e 20 novembre, sul podio del “Bellini” salirà per la prima volta il direttore finlandese Jari Hämäläinen, direttore artistico dell’importante Festival di Savonlinna, che sarà impegnato anche in un secondo concerto il 18 e 19 maggio. In entrambi i casi, sarà centrale la musica di Jan Sibelius, poco eseguita in Italia ma di grande effetto e bellezza; con l’orchestra stabile del Teatro si esibirà anche il coro diretto da Tiziana Carlini.

Il 22 e 23 dicembre il Concerto di Natale sarà affidato alla bacchetta del direttore artistico del Teatro, Will Humburg, e al violino del grande Uto Ughi, con un programma di musiche in tema di Corelli, Ciaikovskij, Franck.

Dopo la pausa natalizia, e l’avvio della Stagione Lirica 2012, la “Sinfonica” riprenderà l’1 e 2 febbraio con un gradito ritorno a Catania, quello del compositore premio Oscar Nicola Piovani, impegnato sia come direttore sia come pianista in un concerto di sue celebri e amate musiche.

Il 18 febbraio il ritorno di un grande catanese che si è fatto onore nel mondo: il pianista Francesco Nicolosi che, assieme al violino di spalla del teatro Vito Imperato e al primo violoncello Vadim Pavlov, sarà impegnato in un recital di musiche di Thalberg e Listz.

Il 24 febbraio ancora un recital, affidato al quartetto d’archi proveniente dalla Repubblica Ceca “Bennewitz”, medaglia d’oro al prestigiosissimo Concorso di musica da camera di Osaka, che proporrà musiche di Beethoven, Schnittke, Dvorak.

Il 2 e 3 marzo sarà la volta del direttore Pier Giorgio Morandi, la sua prima volta al “Bellini”, che con il primo flauto del teatro Salvatore Vella, proporrà un concerto di musiche di Mozart, Ravel, Beethoven.

Al giro di boa della Stagione, il 9 e 10 marzo, tornerà al Teatro Massimo Bellini un direttore che è stato grande protagonista nella precedente stagione, il cinese Xu Zhong, stavolta non soltanto sul podio ma anche come pianista; per lui, le musiche di Mozart, Wagner e Richard Strauss.

Un altro gradito ritorno nel successivo fine settimana, quello del 30 e 31 marzo: Marko Letonja condurrà il concerto che vedrà come solista il violoncellista siciliano Giovanni Sollima che con il suo prezioso strumento incanterà ancora una volta il pubblico del “Bellini”. Musiche di Rossini, Gulda, Beethoven.

Il 5 e 6 aprile uno degli appuntamenti certamente più particolari e interessanti dell’intera Stagione Sinfonica 2011-2012: la rappresentazione in forma semiscenica dell’oratorio, su testo di Paul Claudel, “Giovanna d’arco al rogo” di Arthur Honegger, con la direzione d’orchestra di Will Humburg, la voce recitante di Lina Sastri e quella di Agostino Zumbo, i soprani Graziella Alessi e Ines Krome, il mezzosoprano Loredana Megna, il tenore Michele Mauro, il basso Francesco Palmieri.

Il 13 e 14 aprile il ritorno, dopo circa 15 anni, di un altro apprezzato direttore: Lotar Koenigs proporrà un programma di musiche di Webern, Zemlinsky, Mahler.

Il 18 aprile sarà la volta del pianista polacco-canadese Emanuel Ax, uno dei migliori esecutori attualmente in circolazione, che suonerà musiche di Copland, Haydn, Beethoven e Schumann. E’ la sua prima volta al “Bellini”.

Ancora un recital e ancora il pianoforte, il 9 maggio, questa volta in coppia con il violino. Valentina Lisitsa accompagnerà la violinista Hilari Hahn in un programma di musiche di Bach, Beethoven, Brahms, Antheil.

Dopo il secondo concerto sinfonico-corale di Jari Hämäläinen (18 e 19 maggio), ecco un altro duo violino-pianoforte, quello formato da David Garrett e Julien Quentin, che suonerà Beethoven e Kreisler ma si abbandonerà anche a virtuose improvvisazioni.

La Stagione Sinfonica 2011-2012 del Teatro Massimo Bellini si concluderà il 5 giugno 2012 con il recital dei pianisti Alexander Lonquich e Cristina Barbuti, coppia nella vita e alla tastiera, in un concerto pianistico a quattro mani di musiche di Debussy, Schubert, Stravinskij.

GLI EVENTI EXTRA STAGIONE.

Assieme alla Stagione Sinfonica, i mesi a cavallo tra 2011 e 2012 porteranno anche una serie di concerti extra. Dal già citato concerto di Michael Nyman e la sua band il 13 novembre alle 21, al Concerto di Capodanno del 1° gennaio 2012 alle ore 19; dal Concerto per S.Agata del 20 gennaio 2012 ore 21 al concerto dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov, con il pianista Roustem Saitkoulov e il celeberrimo Concerto n. 2 di Sergej Rachmaninov, il 26 gennaio 2012 alle 21.

LA CAMPAGNA ABBONAMENTI.

Abbonamenti per entrambi i turni, “A” con 16 concerti e inizio alle ore 21, “B” con dieci concerti e inizio alle ore 17,30. Prezzi da 277 a 58 euro. La vendita per vecchi e nuovi abbonati comincerà sin da domani, 12 ottobre 2011, e andrà avanti fino al primo spettacolo in cartellone (rispettivamente 11 e 12 novembre).

Il diritto di prelazione per gli abbonati della Stagione Sinfonica 2010-2011 si potrà esercitare fino al 24 ottobre. Infoline 095 7150921. Tutti i prezzi e la programmazione completa sono sul sito internet del teatro teatromassimobellini.it.

(FA)

STAGIONE LIRICA 2011: CAMBIANO LE DATE DEI 7 TURNI

DI “LE CONVENIENZE ED INCONVENIENZE TEATRALI”

Dirige Will Humburg, regia di Beppe De Tomasi

nel cast la Bonfadelli, Alaimo, Vultaggio e Villari

A causa di esigenze legate alla produzione, le date di programmazione dei sette turni dell’opera Le convenienze ed inconvenienze teatrali (Viva la mamma) di Gaetano Donizetti, prevista in prima esecuzione al “Bellini” nel prossimo mese di ottobre per la Stagione Lirica 2011, subiranno uno slittamento di alcuni giorni.

Questo il nuovo calendario delle rappresentazioni:

Turno “A”: Giovedi 20 ottobre 2011 ore 20,30 (era il 12 ottobre)
Turno “B”: Martedi 25 ottobre 2011 ore 20,30 (era il 14 ottobre)

Turno “C”: Venerdi 28 ottobre 2011 ore 17,30 (era il 19 ottobre)

Turno “D”: Domenica 23 ottobre 2011 ore 17,30 (era il 16 ottobre)

Turno “R”: Sabato 22 ottobre 2011 ore 17,30 (era il 15 ottobre)

Turno “S1”: Sabato 29 ottobre 2011 ore 17,30 (era il 18 ottobre)

Turno “S2”: Mercoledi 26 ottobre 2011 ore 17,30 (era il 13 ottobre)

A dirigere l’orchestra del Teatro sarà Will Humburg, regia di Beppe De Tomasi. Interpreti: Simone Alaimo (Agata), Stefania Bonfadelli e Jessica Nuccio (Corilla Scortichini), Angelo Villari e Michele Mauro (Guglielmo Antolstoinoloff), Caterina D’Angelo (Dorotea), Francesco Vultaggio e Salvo Todaro (Procolo Cornacchia), Armando Ariostini (L’impresario), Giuseppe Esposito (Biscroma Strappaviscere), Alberto Tomarchio (Prospero Salsapariglia), Graziella Alessi (Luigia Scannagalli).

Informazioni presso il botteghino del teatro, 095 7150921, e sul sito internet teatromassimobellini.it. L’E.A.R. Teatro Massimo Bellini si scusa con i propri abbonati per il disagio arrecato.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Twitter
frequenzeindipe on Twitter
17 people follow frequenzeindipe
Twitter Pic allabout Twitter Pic michelle Twitter Pic FabioMas Twitter Pic NnBasta1 Twitter Pic Mirabili Twitter Pic Mike_Dye Twitter Pic Assirell Twitter Pic 9Periodi